Istituto ''A. Sobrero'', una collaborazione vincente

Imparare lavorando: il primo contratto di lavoro di un’allieva dell’Istituto Sobrero di Casale finalizzato alla formazione, all’occupazione e al conseguimento del titolo di studio.

fn.photo 2 Click to enlarge

15 Novembre 2018: Ilaria Mercadante è una giovane studentessa che frequenta il quinto anno – indirizzo chimico – dell’Istituto Tecnico Industriale “Ascanio Sobrero” di Casale Monferrato. La sua motivazione e la sua passione per la chimica, unite al desiderio di sperimentare e sperimentarsi in un progetto innovativo e dal forte impatto formativo, hanno reso possibile la sua partecipazione al progetto di apprendistato duale attivato dallo Stabilimento Solvay di Spinetta Marengo.

Assunta con un regolare contratto di lavoro per la durata dell’intero anno scolastico, Ilaria dovrà lavorare e studiare, alternare giornate a scuola (per un terzo del monte ore previsto) a giornate in azienda (per i restanti due terzi), in una logica di rivisitazione in chiave moderna dello studente lavoratore che consegue il titolo di studio anche grazie alle ore di formazione teorica e di training on the job svolte in azienda.

Tutto ciò è possibile grazie all’accurata e preliminare progettazione congiunta tra scuola e azienda, che deve necessariamente tenere conto sia dei fabbisogni formativi, sia di quelli professionali. Solvay e l’Istituto Sobrero sono, quindi, nuovamente testimoni di una preziosa sinergia, essendo riusciti a costruire insieme un percorso in cui l'azienda stessa interviene quale ente educativo, sostituendosi alla scuola nel trasferire alcune conoscenze e competenze del programma ministeriale.

Ilaria è stata inserita come analista presso il Laboratorio Fluidi di Spinetta Marengo, seguita dalla tutor aziendale Silvia Rossi, responsabile del laboratorio stesso. Sarà per lei l’opportunità di apprendere tecniche analitiche complesse e di approcciare a metodi non disponibili in un laboratorio scolastico.

L’apprendistato duale si propone, quindi, come il tassello sino ad ora mancante tra l’alternanza scuola-lavoro di cui Solvay è attivo promotore da oltre 10 anni (circa 300 studenti sono stati accolti nei laboratori di controllo qualità e all’interno dei servizi tecnici), e l’apprendistato professionalizzante che è stato lo strumento per inserire 120 ragazze e ragazzi, tra i migliori diplomati tecnici della nostra Provincia.

Fadila Hechaichi, Responsabile del Gruppo per la valorizzazione dei giovani “Oggi è un giorno molto importante per rafforzare la strategia di Solvay in Italia nell’area dell’education. Creare le condizioni per implementare programmi di Apprendistato duale è ciò che Solvay ha bisogno. Infatti crediamo che questo sia il miglior modo per preparare al meglio studenti interessati ad entrare nel mondo del lavoro. Questo ci aiuterà ad attrarre i migliori talenti”.

Andrea Diotto, Direttore di Solvay Spinetta Marengo: “Il progetto conferma lo spirito di innovazione continua che contraddistingue il DNA della nostra Società. Sono fiero, come responsabile di questo importante stabilimento, di testimoniare il nostro impegno e la nostra dedizione nel creare più futuro per i giovani e più futuro per Spinetta”.

La scuola che cambia. Nuove esperienze

  Superquark Click to enlarge

Il 3 Agosto 2016, durante la trasmissione Superquark è stato trasmesso a livello nazionale su Rai Uno un reportage sulla lunga collaborazione dello Stabilimento Solvay di Spinetta  con l'Istituto Chimico Sobrero di Casale Monferrato nel progetto di alternanza scuola-lavoro.

Il progetto, partito nel 2007, ha accolto più di 400 studenti con oltre 40 chimici dell'Istituto assunti a Spinetta fino ad oggi.

Guarda il servizio andato in onda su Rai Uno: La scuola che cambia nuove esperienze.


Leggi l'articolo su UNIndustria, leggi qui.


Alternanza Scuola - Lavoro

  studenti Click to enlarge
Dopo anni di proficua collaborazione fra l'Istituto superiore Sobrero di Casale Monferrato e lo stabilimento, durante i quali sono state organizzate sia giornate aperte agli studenti per permettere loro di “scoprire” l'impianto e alcuni stage estivi dedicati alle classi Quarte e Quinte, nel 2007 è stato varato un nuovo importante Progetto educativo. L'obiettivo è avvicinare gli studenti al mondo del lavoro e creare un punto d'incontro concreto tra scuola e realtà produttiva. 

Gli ottimi risultati conseguiti nel 2007 hanno spinto la Direzione dell'impianto e l'Istituto “Sobrero” a rinnovare l'impegno per la definizione di un nuovo Progetto di Alternanza Scuola-Lavoro che fino ad oggi si è arricchito grazie al trasferimento della parte didattica presso il Centro Ricerche di Solvay a Bollate.

Nel corso dell'edizione 2012, è stato presentato il nuovo nome che accompagna il Progetto di collaborazione tra Solvay e Sobrero. GIOCHI…AMO L’ASSO, acronimo delle parole che meglio rappresentano lo spirito del progetto: GIOVANI, CHIMICA, AMORE (ndr. inteso per la chimica), LAVORO, ALTERNANZA, SOBRERO, SOLVAY.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa

Docenti in visita allo stabilimento di Spinetta

  Sobrero Click to enlarge
Nella primavera 2014, circa 30 docenti, accompagnatori dei giovani coinvolti nei Giochi Nazionali della Chimica organizzati dall’istituto Sobrero di Casale Monferrato, hanno fatto visita allo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo. 
La giornata è stata l’occasione per per poter visitare i laboratori, la sala quadri e il recente impianto PFR.

E’ stato anche presentato ai docenti il Progetto “GIOCHI…AMO L’ASSO” che in 8 anni ha coinvolto 270 studenti del triennio "periti chimici" in alternanza sia con lo stabilimento di Spinetta Marengo che con il Centro Ricerche di Bollate. 

Dalla proficua collaborazione Solvay e la scuola sono già derivate 39 assunzioni di giovani del Sobrero. 

Career Day

  Career day Click to enlarge

L’Istituto Sobrero di Casale Monferrato nel giugno 2014 ha ospitato il Career Day, giornata organizzata per fare incontrare scuola e mondo del lavoro. 

L'incontro ha previsto una parte iniziale in cui tutte le aziende presenti, tra cui la Solvay, hanno presentato la propria reltà, i profili professionali più ricercati al loro interno e le procedure di selezione utilizzate. 

A questo ha fatto seguito la simulazione di colloqui con i ragazzi interessati. Solvay ha suscitato l’interesse degli studenti della classe Periti Chimici e di alcuni studenti esterni intervenuti per presentare la propria candidatura in quanto il Sobrero svolge, per la zona di Casale, anche il ruolo di Centro di Orientamento. 


L'Istituto premiato al concorso “Piano nazionale Lauree Scientifiche”

  Lauree scientifiche Click to enlarge
Cento progetti realizzati da studenti di tutta Italia. 
Alla fine, però, ad aggiudicarsi il primo premio del Concorso “Piano nazionale Lauree Scientifiche” è stata la classe 5° dei Periti Chimici dell’Istituto “Ascanio Sobrero” di Casale. Obiettivo del concorso, indetto per celebrare l’anno internazionale della chimica, è stato dimostrare come il coordinamento fra università, scuola e Confindustria possa costituire un’opportunità concreta per gli studenti. 

I futuri periti chimici casalesi hanno sbaragliato la concorrenza con “Solarchem 2011”, progetto incentrato sull’energia solare, realizzato grazie all’aiuto dei ricercatori di Solvay Specialty Polymers, raggiungendo il primo premio (ex aequo). 
Ancora una volta il “Sobrero” e la SOLVAY si sono legati con successo. Da alcuni anni la SOLVAY di Spinetta apre le sue porte agli studenti casalesi per permettere loro di “scoprire” l'impianto. 
Oltre agli stage estivi dedicati alle classi quarte e quinte, nel 2007 ha poi preso il via il Progetto di Alternanza Scuola - Lavoro. 
Rivolto inizialmente ad una sola classe terza, oggi vede la partecipazione di quattro sezioni del triennio.

L’Alternanza Scuola -Lavoro ha saputo creare un punto d'incontro concreto tra scuola e realtà produttiva, tanto che negli ultimi 5 anni sono stati assunti 15 ex alunni del “Sobrero”.
Gli ultimi studenti ad aver fatto tesoro dell’esperienza e conquistato una giuria di esperti con il progetto “Solarchem 2011”, hanno potuto dare uno sguardo a quello che, tra qualche anno, potrebbe essere il loro futuro. 

Il 15 dicembre 2011 alla Accademia dei Lincei alla presenza del Ministro Prof. Francesco Profumo, e' stato consegnato il meritato premio, ad alcuni studenti del Sobrero, accompagnati dai docenti Filomena Cristaldi, Maria Claudia Pasini ed Emanuele Melis.

Lo stabilimento Solvay di Spinetta Marengo supera il traguardo dei 100 contratti di apprendistato professionalizzante

  Apprendisti Click to enlarge
Nel luglio 2013, sono state consegante 21 nuove lettere di assunzione che si aggiungono alle 83 ufficializzate dal 2007. 

Si tratta di una reale e concreta opportunità d’inserimento nel mondo del lavoro per giovani neodiplomati tecnici formati dalle principali scuole del territorio, con le quali la Solvay ha un costante e consolidato rapporto di scambio e arricchimento reciproco. Ne sono un esempio i 50 giovani ospitati annualmente nel progetto di Alternanza Scuola e Lavoro con i periti Chimici dell’Istituto Sobrero e i numerosi stage curriculari ed extra curriculari che Solvay considera come occasione di conoscenza dei giovani del territorio. 

La scelta di Solvay di investire sul contratto di apprendistato professionalizzante precede le recenti riforme del lavoro che hanno riportato al centro dell’attenzione uno strumento contrattuale che punta sui giovani e sulla loro formazione, confermando la vocazione della Solvay di incentivare lo sviluppo del proprio personale. 

Il modello dell’apprendistato professionalizzante, declinato utilizzando i piani formativi individuali del CCNL (Contratto Collettivo Nazionale del Lavoro) Chimico - ulteriormente migliorati dal confronto con le Rappresentanze Sindacali - ha permesso al 90% dei giovani apprendisti di consolidare il loro rapporto di lavoro con Solvay.

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa